Ilbono (OG)

Ilbono è un paese di 2.240 abitanti, situato nella parte sud orientale della provincia di Nuoro, nell’entroterra costiero ogliastrino. L’economia ilbonese ha affiancato alle tradizionali attività agricole e zootecniche, una discreta produzione industriale. Il settore primario è presente con produzione di cereali, ortaggi, foraggi, agrumi, viti e alberi da frutta e, soprattutto ulivi. Il Paese infatti si distingue per una significativa produzione di olio extravergine con elevati standard qualitativi e la presenza di alcune eccellenze. L’indusstria, discretamente sviluppata, è costituita da imprese che operano nel settore alimentare, edile, e della lavorazione del legno. Gli abitanti di Ilbono sono abili artigiani, come dimostrano i diversi laboratori cui si lavorano artisticamente il ferro, la pietra e il legno.
Ilbono, situato a 15 km dalle meravigliose spiagge ogliastrine, offre a quanti vi si rechino, la possibilità di effettuare delle piacevoli escursioni nell’incontaminato ambiente circostante ( per es. scalare il monte Taré) e di visitare i numerosi siti archeologici , uno su tutti quello di Scerì. Questo insediamento nuragico, in cui sono presenti numerose Domus de janas e capanne circolari , svetta su un torrione granitico, a circa 108 metri di altezza. E’ costituito da una torre centrale e da un corpo aggiunto in cui si individuano tracce di una probabile torre secondaria.

Informazioni

Programma

La Merenda di Ilbono inizia alle 8.00 con il ritrovo alla piana di Tèscere, per una passeggiata alla scoperta degli ulivi secolari e la visita ad alcuni monumenti nuragici (La Tomba dei giganti e Sa perda de is cincu coroso). Si raggiungerà poi  la location della Merenda: l’area naturalistica che circonda il nuraghe Scerì. Suggestivamente integrata con l’ambiente naturale, quest’area è circondata da ulivi secolari e parzialmente cinta dal fiume Tèscere. Gli antichi alberi di ulivo dal grande tronco rugoso, sormontati da una cascata di rami argentei, danno un senso di sacralità a questo luogo, in cui ”le piante crescono rigogliose adattandosi alla pietra, creando composizioni naturali dove la sinergia delle forme ammalia e rasserena” (Solo Moles , Travel One).

Alle 10.00 qui si terrà presentazione del libro ” Il Viaggio di Elissa. La terra dei giganti”. Il libro “Il viaggio di Elissa – La terra dei giganti” è il secondo libro appartenente alla collana di librigame intitolata “L’isola degli Eroi”, scritta dall’autrice Barbara Figus ed edita dalla casa editrice Ars artium. Lo scopo della collana, composta da una decina di libri, è quello di raccontare la storia della Sardegna attraverso il genere letterario librogame, partendo dall’età nuragica con il già pubblicato “Il viaggio di Elaù”, per arrivare al secolo scorso. La storia della Sardegna non è studiata all’interno delle scuole, restando poco conosciuta ai bambini e ragazzi, di conseguenza attraverso un genere letterario molto coinvolgente quale è il librogame, si cercherà di far apprendere ai giovani lettori, in maniera ludica ed interattiva, la storia dell’isola. Il viaggio di Elissa è ambientato nell’età del ferro, periodo in cui in Sardegna la cultura cambia, inizia infatti il declino della maestosa civiltà nuragica per far spazio a quella che è la cultura portata da una nuova civiltà che mette piede sull’isola, quella dei Fenici. Mentre il primo libro della collana, “ Il viaggio di Elaù”, aveva solamente giochi illustrativi, essendo destinato ad un target di bambini più piccoli, il viaggio di Elissa, oltre a contenere un gioco illustrativo e il gioco delle scelte da compiere, ha un enigma da decifrare, ecco perché tale libro è destinato ad un target un po’ più ampio, che va dai bimbi della 4° classe della scuola primaria, fino ai ragazzi di 3° media. La storia di Elissa, personaggio completamente inventato, permette al lettore di conoscere, attraverso una storia avventurosa, quella che era la Sardegna nell’età del ferro, andando a scoprire il sito di Mont’e Prama ed i suoi giganti, la città di Tharros ed i suoi reperti archeologici lasciati dalla civiltà fenicia ma anche alcuni villaggi e santuari nuragici che si trovano all’interno dell’isola. Il libro, oltre alla sua storia avventurosa, contiene sotto forma di parole chiave, i concetti di storia vera e propria, in maniera tale da permettere al lettore di approfondire gli argomenti che conoscerà nel momento in cui leggerà la storia, apprendendo notizie sia sulla civiltà nuragica e sul suo declino, sia sugli scavi che hanno riportato alla luce le statue dei Giganti di Mont’e Prama.  A seguito della presentazione, l’Amministrazione Comunale sarà lieta di fare dono del libro ai ragazzi.

In caso di maltempo l’evento si svolgerà alla casa museo Sa ‘omu ‘e ‘ is Ducus
con incontri con i frantoiani, coltivatori e agronomi che utilizzeranno il proiettore e ricorreranno a un linguaggio divulgativo che riesca a coinvolgere i ragazzi.

Verranno organizzati giochi per i bambini e si darà spazio ai racconti degli anziani.
Naturalmente ci sarà la presentazione del libro Il Viaggio di Elissa e la successiva donazione ai ragazzi da parte dell’Amministrazione Comunale. Alle ore 11,30 ci sarà il momento clou della merenda.